QUANDO UN BAMBINO NON È AMATO NON IMPARA AD AMARE

Francesco Boz | 1 novembre 2016 |PSICHE.ORG

L’identità di ogni individuo comincia a strutturasi proprio grazie ai legami emotivi che instaura da infante. Si forma osservando e interiorizzando il modo in cui si rapportano con lui i suoi genitori, i suoi nonni e tutte le persone che lo accudiscono durante i primi passi della vita. Questi legami rappresentano il suo primo contatto con il mondo che lo circonda.

Quando questi legami mancano, sono deficitari o negativi, il bambino impara a svalutare il mondo esterno e coltiva sentimenti di sfiducia nelle relazioni interpersonali. Questa sfiducia non ha effetti nel breve termine, come avviene per forme di maltrattamento più comuni e più evidenti. Tuttavia compromette la sua capacità di instaurare legami efficaci nella sua vita adulta.

 QUALI PROBLEMATICHE SI POTREBBERO MANIFESTARE IN FUTURO?

Non esiste la certezza di quali saranno gli effetti della mancanza di amore perché è molto difficile misurare questo concetto. Tuttavia a livello teorico si evidenziano alcuni deficit della sfera personale e interpersonale.

Paura di essere abbandonati
Bassa autostima
Pronunciata sensibilità al rifiuto
Senso di inadeguatezza e incompletezza
Perfezionismo negativo
Incapacità di dialogare con sé stessi
Sentirsi facilmente sopraffatti o scoraggiati
Paura del giudizio degli altri
Scarsa empatia

I BAMBINI IMITANO I GRANDI

I bambini hanno tutti i 5 sensi spalancati sul mondo e assorbono come una spugna tutto quello che percepiscono.

Le sensazioni sono i mattoni con i quali costruire la personalità futura. Ogni mattone è una nuova convinzione, una nuova abilità, una nuova lente attraverso la quale interpretare il mondo.

L’amore non si inventa, si impara guardandolo e ricevendolo.

Al bambino mancano i meccanismi morali per giudicare l’operato dei suoi genitori. In pratica è come se qualsiasi cosa veda fare da suo padre o da sua madre sia reputata giusta. In questo modo impara a comportarsi come loro.

Se un bambino viene amato impara ad amare, se viene trascurato impara a trascurare.

Questa voce è stata pubblicata in Coaching genitoriali. Contrassegna il permalink.